Francesco De Gregori in concerto

Francesco De Gregori in concerto ad Alghero. Doppia data il 17 e 18 Agosto 2021

DE GREGORI TORNA IN SARDEGNA CON UNA DOPPIA DATA ALL’ARENA RUBY MARIA PIA DI ALGHERO

Francesco De Gregori & band arrivano sull’isola per un concerto dedicato ai più bei capolavori discografici del cantautore romano il 17 e il 18 agosto al Campo Rugby Maria Pia di Alghero.

Con il live “The greatest Hits” De Gregori porta in tour i successi incisi in oltre cinquant’anni di carriera musicale, uno show imperdibile per tutti gli amanti della canzone made in Italy.

Dalla tradizione cantautorale romana al folk

Francesco De Gregori è mito che non ha alcun bisogno di presentazioni. I suoi grandi classici sono pietre miliari nella storia musicale d’Italia, la sua capacità di narratore ha saputo adattarsi ai tempi confrontandosi con la realtà che lo circonda.

Nel suo “De Gregori & Band Live – The Greatest Hits” l’artista accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Primiano Di Biase (hammond) e Simone Talone (percussioni) ripercorrerà la sua carriera ridando forza alle emozioni generate dalle sue canzoni.

Francesco De Gregori (4 aprile del 1951), uno dei cantautori più famosi e acclamati della musica italiana, vanta oltre cinquant’anni di carriera musicale senza sosta dagli anni 70’ fino ai giorni nostri.

Nato e cresciuto a Pescara in gioventù si trasferisce a Roma e muove i primi passi verso la musica frequentando il Folkstudio insieme a Caterina Bueno e gli amici di sempre Antonello Venditti, Giorgio Lo Cascio e Mimmo Locasciulli. In questo periodo si presenta sui palchi con un set di cover di Bob Dylan e Leonard Cohen rivisitate in italiano, ma dopo poco tempo comincia a suonare i suoi brani originali caratterizzati al tempo da melodie e testi molto contenuti.

L’album d’esordio  Theorius Campus”  (1972) lo condivide proprio con uno dei suoi grandi compagni di musica: Antonello Venditti. In seguito al successo commerciale ottenuto De Gregori realizza il 33 giri “Alice non lo sa” (1973), confermandosi tra gli artisti emergenti italiani più amati dal pubblico giovanile.

Gli anni 70’ sono costellati da grandi incisioni con “Francesco De Gregori” (1974), “Rimmel” (1975), “Bufalo Bill” (1976), “De Gregorì” (1978) e “Viva l’Italia“ (1979) e “Banana Republic” (1979) con Lucio Dalla. In questi dischi possiamo trovare alcuni dei maggiori successi del cantautore come “Niente da capire”, “Rimmel”, “Buonanotte fiorellino”, “Atlantide” e “Generale”, un inno contro la guerra e i suoi soprusi.

Al repertorio si aggiungono i dischi degli anni 80’: se con  “Titanic” (1982), il Q-Disc “La Donna Cannone” e “Scacchi e Tarocchi” (1985) prosegue sulle sonorità definite nel corso dei settanta, con “Miramare 19.4.89” da una svolta alle sue produzioni sposando una vena più rock che continuerà a spingere anche nei successivi album.

Già consacrato big della canzone cantautorale italiana De Gregori, dopo “Catcher in The Sky”, “Musica Leggera” e “Niente da Capire” del 1990, pubblica “Canzoni d’Amore” nel 1992 e affronta i grandi temi sociali a lui cari dando la sua visione pirandelliana del mondo e della vita in generale. Alla fine degli anni 90 pubblica “Perdere e lasciare” (1996), un album con sonorità e arrangiamenti spiazzanti lontani dalle sonorità proposte agli esordi.

Gli anni 2000 di aprono con la pubblicazione di “Amore nel pomeriggio” (2001). Tra gli 11 brani presenti nella tracklist, due sono realizzati in collaborazione:  “Il cuoco di Salò” con Franco Battiato e “Natale di seconda mano” con Nicola Piovani”. Gli anni successivi li passa in tour condividendo il palco con Pino Daniele, Fiorella Mannoia e Ron nonché dando vita a nuovi progetti musicali condivisi come “Il Fischio del Vapore” con Giovanna Marini, contenente alcune delle più famose canzoni popolari italiane.

Nel 2005 esce con “Pezzi”, un disco che sa sorprendere tutti per le sue sonorità e per gli arrangiamenti dinamici e acustici che si avvicinano a quelli dei live shows, che gli farà vincere la Targa Tenco. Seguono nel 2006 gli album “Calypsos”, nel 2008 “Per brevità chiamato artista” e “Sulla Strada” nel 2014.

Forte della sua infinita vena creativa pubblica“ Vivavoce” nel 2013, un disco di platinoche mette insieme ben 28 arrangiamenti mai sentiti prima che sposano la linea folk-rock contemporanea dando particolarmente peso alle chitarre, al mandolino e al violino. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto” un omaggio ad uno dei più grandi cantanti della musica internazionale con il quale De Gregori celebra una delle sue più grandi fonti di ispirazione.

De Gregori può vantare la vincita di numerosi premi nel corso di oltre cinquant’anni di musica e tra questi il Premio Vittorio De Sica nel 2013, il Premio L.A. Excellence Award ritirato a Los Angeles e il Premio Chiara – Le parole della musica nel 2014, il Nastro D’argento nel 2015 nella categoria “Miglior canzone” per il brano “Sei mai stata sulla luna?” oltre al recente Premio Faraglioni del 2021.

De Gregori in concerto ad Alghero

Non perdere il live di De Gregori e la sua band il 17 e il 18 agosto all’Arena Rugby Maria Pia di Alghero, acquista subito il tuo biglietto con pochi e semplici tap sul tuo smartphone!

Condividi questo evento sui tuoi social preferiti
Biglietti 17 Agosto
da € 40
€40
Biglietti 18 Agosto
da € 40
€40

Event Details