Arena Fenicia

Individuato nel 1984 vicino agli accessi dell’antica Acropoli, il terreno in cui è collocata l’Arena Fenicia ha avuto diversi utilizzi nella storia dei popoli che hanno avuto a che fare con Sulci (odierna Sant’Antioco). Nel Periodo punico è stato interessato da tombe ipogeiche, nel periodo romano-repubblicano (nel II secolo a.C.) è stato adibito un ingresso monumentale per l’acropoli punica e sono state costruite la rampa e il terrazzamento ricoprendo di terra le tombe puniche, facendo così venir meno il carattere religioso del luogo in favore di una fruizione pubblica dell’area.

Intorno al III secolo d.C. la spianata viene asportata e vengono lasciati sul posto solo pochi lembi adiacenti il muro di terrazzamento. Lo scavo raggiunge il livello delle tombe puniche: su questo spiazzo roccioso viene edificato il podium dell’anfiteatro, i cui ingressi monumentali erano posti ai vertici dell’ellisse mentre erano presenti altri tre ingressi più piccoli uno dei quali doveva portare a una nicchia con statua. Numerosi interventi portarono comunque a un nuovo ricoprimento delle tombe puniche con blocchi di ietra.

Del complesso rimane poco poiché la struttura, per preservarsi al meglio, necessitava di essere costruita con il legno come gli altri anfiteatri ad esempio Nora). Oggi si vede solo una piccola parte di ciò che componeva l’anfiteatro vero e proprio, resta tuttavia un largo spiazzo che d’estate viene adibito a spettacoli teatrali-musicali, cabaret, esibizioni di vario tipo e proiezioni cinematografiche.

Scopri di più sull’Arena Fenicia

Condividi la Venue suoi tuoi social preferiti
Venue Details